Test pneumatici Auto Express: pneu M+S 2018/19

Auto Bild Sportscars ha valutato 10 pneumatici invernali in misura 245/45 R18 V su di un veicolo BMW Serie 5. 


Vredestein Wintrac Pro è il vincitore del test: valutato “esemplare” e lodato per le sue “caratteristiche di guida esemplari 

su tratti bagnati e nevosi.” Ottimo anche il comportamento dinamico equilibrato, la risposta precisa dello sterzo, le brevi 

distanze di frenata e il rumore di rotolamento piacevolmente contenuto.

Il secondo classificato è il Continental WinterContact TS 850 P, anch’esso valutato ‘esemplare’ grazie alle sue caratteristiche: 

in particolare l’handling su bagnato e asciutto, la risposta dinamica dello sterzo e il breve spazio di frenata sul bagnato.

Il terzo e ultimo pneumatico che conquista la valutazione “esemplare” è stato il Krisalp HP3 del marchio Kleber. 

Sebbene il controllo laterale sul bagnato non sia perfetto, ha un comportamento eccezionale su neve e ghiaccio.

Inoltre risposta precisa dello sterzo, buona sicurezza per l’aquaplaning e comfort di marcia.

Cinque pneumatici sono stati valutati “buoni”. Tutti hanno mostrato qualità invernali più o meno equilibrate e si sono

comportati bene sul bagnato e sull’asciutto anche se ognuno ha dimostrato dei limiti.

Il Dunlop Winter Sport 5 per la frenata leggermente lunga su asciutto e una prevenzione dell’aquaplaning solamente nella media.

Il Goodyear Ultra Grip Performance un grip nella norma e sull’asciutto un leggero ritardo nella risposta dello sterzo.
Il Bridgestone Blizzak LM001 dimostra una distanza di frenata lunga su asciutto e elevata resistenza al rotolamento.
Per il Pirelli Winter Sottozero 3 critiche per il controllo laterale mediocre sulla neve e per la distanza di frenata sul bagnato leggermente estesa.
Il Falken Eurowinter HS01 rilevata un’elevata resistenza al rotolamento e il rumore di marcia leggermente elevato.

Il Nexen Winguard Sport 2, l’unico pneumatico nel test a ricevere una valutazione “discreto”.
Buone le sue “caratteristiche di guida bilanciate su superfici innevate e asciutte, il breve spazio di frenata sulla neve” e “il
ridotto rumore di marcia”; punti critici le scarse riserve di sicurezza nell’aquaplaning e la distanza di frenata su bagnato più lunga del previsto.
Anche la resistenza al rotolamento risulta elevata.

L’ultimo posto in classifica, con la valutazione “non consigliato”, è occupato dal Sunny Snowmaster SN3830. Lo spazio di frenata nella neve e sul
bagnato si dimostra troppo. Ancora  “inadeguata attitudine sul bagnato, con scarso controllo laterale e spazi di frenata molto lunghi.” 

Il buon comfort di marcia, la resistenza al rotolamento e il basso costo di acquisto non hanno potuto compensare i numerosi deficit.




Fonte: PneusNews