Test pneumatici AutoBild Allrad: pneu SUV M+S 2018/19

AutoBild Allrad ha sottoposto a test dieci tipi di pneumatici invernali,  dimensione 235/60 R18 107H / V montati su un’Audi Q5.

Si dividono il gradino più alto del podio e il giudizio “Esemplare” i modelli Goodyear UltraGrip Performance SUV e Pirelli Scorpion Winter.

Due pari merito al terzo posto, il Continental WinterContact TS 850 P SUV ed il Fulda Crystal Control SUV.

Al quinto posto, sempre con lo stesso punteggio, si collocano il Dunlop Winter Sport 5 SUV ed il Nokian WR SUV 4, con valutazione “BUONO”.

Chiude la classifica il quartetto dei pneumatici con la valutazione “discreto”, nell’ordine Michelin Latitude Alpin LA2 (7°), Achilles W 101 X (8°), 

Firestone Destination Winter (8°pari merito) e Toyo Snowprox S954 SUV.

I vincitori del test di AutoBild Allrad hanno dimostrato “eccellenti qualità di maneggevolezza in tutte le condizioni atmosferiche, risposta diretta ai 

comandi dello sterzo, brevi spazi di frenata, “prestazioni ben bilanciate e di alto livello, handling dinamico, sterzo preciso” insieme ad una 

bassa resistenza al rotolamento. Non sono tuttavia privi di punti di debolezza: leggera rumorosità per il Goodyear ed il prezzo d’acquisto
elevato per Pirelli.

Il pneumatico di Continental è stato penalizzato dalla distanza di arresto nella frenata su asciutto, anche se rimane “specialista invernale con
prestazioni di guida convincenti su neve e ghiaccio, comportamento dinamico e sportivo su bagnato, resistenza al rotolamento efficiente dal 

punto di vista dei consumi”. Il Fulda ha evidenziato un comportamento sottosterzante sulla neve ma dimostra un buon equilibrio, “buona trazione 

su neve” e “notevole capacità di prevenzione del fenomeno dell’aquaplaning”.

I punti di forza dei due quinti a pari merito del test, Dunlop e Nokian, sono rispettivamente “il comportamento dinamico e sportivo su bagnato,

la breve distanza di arresto in frenata su strada bagnata e l’elevata sicurezza nella prevenzione dell’aquaplaning”, per il primo, ed “eccellenti qualità 

di guida su neve e ghiaccio e bassa resistenza al rotolamento e quindi risparmio di carburante”, per il secondo. I punti deboli sono invece la 

tenuta laterale in curva su neve e il prezzo elevato per il Dunlop e un leggero sottosterzo su bagnato e asciutto e la distanza di arresto un po’

troppo lunga nella frenata su asciutto per il Nokian.

La gomma di Michelin arriva settima e apre la fila dei pneumatici
“discreti”: buono il “comportamento di guida stabile su neve e bagnato e buona
risposta dello sterzo” ma viene penalizzato dalla lunga distanza di arresto
nella frenata su asciutto, dall’elevata resistenza al rotolamento e dal prezzo
d’acquisto alto.

Il marchio Achilles dell’indonesiana PT. Multistrada Arah Sarana arriva subito dopo Michelin, per le prestazioni equilibrate e il prezzo
decisamente basso, circa la metà dei prodotti premium. Difetti: “tende a sottosterzare sul bagnato, con un ritardo dello sterzo, ha un 

resistenza al rotolamento piuttosto elevata”.

Si comporta bene nelle condizioni invernali anche il Firestone Winter Destination, anche se mostra qualche difetto nell’handling su bagnato, nella
frenata su strada asciutta e bagnata e nel comfort di marcia.

Infine chiude la classifica, ma è comunque reputato “discreto” il Toyo Snowprox S954 SUV, che su neve ha mostrato limiti nella tenuta laterale e nella
risposta dello sterzo e su asciutto nella frenata. Punti a favore le sue caratteristiche di stabilità sulla strada bagnato ed il prezzo competitivo.

Fonte: PneusNews